Il tasso di cambio fluttuante protegge le riserve internazionali – PR

febbraio 18, 2018 por Luis Dias

Il capo del governo angolano ha fatto questa dichiarazione durante un incontro nella città di Moçamedes con la business class di Namibe, come parte della visita di due giorni in quella regione del paese.

“Eravamo sull’orlo del collasso. Le nostre riserve internazionali nette sono in declino drammaticamente “, ha detto.

Nessuno Stato, ha proseguito il Presidente, può guardare responsabilmente giù a questa vertiginosa caduta di riserve e restare in silenzio.

Secondo João Lourenço, l’esecutivo guidato da lui ha compiuto questo passo per migliorare la situazione economica del paese nel prossimo futuro.

La misura mirava a “proteggere, soprattutto, la grande corrosione a cui erano soggette le nostre riserve internazionali”, ha sottolineato durante l’intervento di 23 minuti.

Il Capo dello Stato ha informato che in poco più di un mese, dopo l’opzione per il tasso di cambio fluttuante, è stato possibile fermare la tendenza corrosiva delle riserve internazionali nette.

Per quanto riguarda il prezzo di un barile di petrolio, il principale prodotto di esportazione del paese, nel mercato internazionale, il Presidente ritiene che ci siano lievi miglioramenti e avverte che ciò non dovrebbe ingannarci.

“Non dobbiamo illuderci da questo. Non aumenterà molto di più perché l’offerta di petrolio nel mondo tende ad aumentare. La salvezza è diversificare la nostra economia “.

Nel “capitolo” decentramento e decentramento del potere, il Presidente ha promesso di suddividere il centro decisionale, attualmente a Luanda.

Per il Presidente della Repubblica, non è possibile per questo centro unico di decisioni risolvere con successo tutti i problemi del paese.

“Dobbiamo deconcentrarci il più velocemente possibile”, ha avvertito.

Ritiene essenziale dare maggiore potere alle province e soprattutto ai comuni.

Capisce che è necessario fidarsi delle persone e andare in deconcentrazione.

Tuttavia, avverte che nell’esercizio delle sue funzioni non agisce in buona fede, deve essere responsabile.